1. Inizio pagina
  2. Contenuto della pagina
  3. Menu principale
  4. Menu di Sezione
Specialista in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica
testata per la stampa della pagina
Contenuto della pagina
 

COME AFFRONTARE IN SICUREZZA UN INTERVENTO DI CHIRURGIA PLASTICA

 
 

Lo studio clinico e l'importanza della visita generale

 

Gli effetti della rivoluzione digitale hanno determinato un drastico cambiamento nel rapporto medico-paziente. Oggi il paziente Ŕ sempre pi¨ attivo nel raccogliere informazioni dalla rete, partecipando alle discussioni sui social e, a volte, reputa la visita diretta con il chirurgo plastico inutile o una semplice conferma delle informazioni raccolte. ╚ fondamentale comprendere che la rete pu˛ fornire informazioni, ma non pu˛ considerare in nessun modo il caso specifico, che solo la visita diretta consente, nÚ pu˛ dire se con quel chirurgo plastico si pu˛ aprire il necessario rapporto di fiducia e di confidenza necessario per intraprendere insieme il percorso di trattamento. Questi sono solo alcuni dei motivi per i quali Ŕ necessaria la visita.

Ma non solo; troppo spesso chi si rivolge al chirurgo plastico scorda di essere un paziente che si rivolge al medico per un intervento chirurgico e, a volte, anche il chirurgo plastico, preso dalla programmazione tecnica dell'intervento, scorda di essere un medico.

Inquadrare il paziente dal punto di vista generale, valutarne le patologie ed i fattori di rischio Ŕ fondamentale per ridurre i rischi di complicanze. ╚ necessario valutare e tenere in grande considerazione questi aspetti e giungere ad una corretta stratificazione dei rischi individuali del singolo paziente. Elementi di rischio ben conosciuti sono l'etÓ, il peso corporeo in relazione all'altezza (il cosiddetto BMI), il fumo, pregresse trombosi o tromboflebiti, malattie della coagulazione, cardiovascolari, polmonari, epatiche o renali. Ad ognuno di questi elementi viene attribuito un punteggio che determina il fattore di rischio individuale del paziente che pu˛ essere classificato da basso ad alto. Se possibile, soprattutto in una chirurgia elettiva, come spesso Ŕ la chirurgia plastica, questi fattori di rischio dovrebbero essere corretti prima dell'intervento.  In caso di punteggio alto, quel paziente Ŕ da considerare a rischio chirurgico aumentato ed interventi complessi e di lunga durata dovrebbero essere presi in considerazione con cautela.

Oltre ai fattori di rischio individuali del paziente, devono essere tenuti in particolare considerazione i rischi specifici dell'intervento o degli interventi previsti. Da valutare con attenzione sono la durata dell'intervento e dell'immobilizzazione a letto nel postoperatorio, il rischio di perdite ematiche, la dispersione termica.

Tutti questi aspetti, di rischio individuale del paziente e di rischio specifico dell'intervento, devono essere esaminati nella programmazione dell'intervento, prescrivendo eventuali indagini complementari, predisponendo le opportune terapie di supporto pre e postoperatorie, allo scopo di realizzare una chirurgia plastica la pi¨ sicura possibile.  

Dove viene realizzato l'intervento

 

Dopo aver valutato attentamente i fattori di rischio individuali del paziente e quelli specifici dell'intervento, la chirurgia pu˛ essere programmata, a seconda dei casi, in regime ambulatoriale senza ricovero, in regime di day surgery con ricovero limitato ad alcune ore o alla giornata, o con ricovero notturno. Tutte queste modalitÓ organizzative possono essere corrette, se tengono in adeguata considerazione gli elementi di rischio e vengono concordati fra il paziente ed il chirurgo.

Il decorso postoperatorio

 

╚ essenziale che il chirurgo plastico direttamente o un suo stretto collaboratore che ha partecipato all'intervento sia reperibile nel primo periodo postoperatorio e pronto ad effettuare gli adeguati controlli clinici in urgenza in caso di necessitÓ. Anche questo contribuisce a ridurre i rischi di complicanze e problemi.

Conclusioni

 

╚ fondamentale che si prenda piena coscienza dell'importanza di tutti gli aspetti sopra esposti, verificando, con la medesima attenzione, le competenze e l'esperienza diretta del chirurgo plastico, per giungere ad una scelta consapevole e corretta dell'intervento che si Ŕ scelto di effettuare.